“I bambini più grandi stanno deridendo il giovane”

È stato uno shock per me quando ho scoperto che mia figlia di 17 anni e figlio di 11 anni sono stati organizzati per il bullismo più giovane, di 10 anni, davvero: non gli hanno lasciato mangiare prima del nostro arrivo, strappano i suoi quaderni, nascondono i vestiti. Ho provato a parlare. In risposta: “Dandogli un errore”. Come spiegare ai bambini che non puoi deridere tuo fratello?

Anastasia, 44 anni

Questo è un quadro comune: i bambini più grandi sono gelosi dei genitori per i più giovani. Con un bambino successivo, i genitori si sentono più sicuri: sono più esperti, meno tesi, e quindi lo trattano più morbidi e meglio che in un momento con gli anziani. E i bambini che una volta erano oggetti di educazione più rigorosa sono sinceramente perplessi perché alcuni meritavano morbidezza e altri-colpite.

Spesso i genitori stessi versano olio nel fuoco: “È piccolo! E puoi aspettare e tollerare “. Ciò conferma le loro peggiori paure da parte del maggiore: sono una seconda elementare. Pertanto, Anastasia, è inutile spiegare loro che non puoi deridere tuo fratello. Si comportano così non perché guardano le cose in modo diverso.

Devono spiegare qualcos’altro, ciò che è in realtà: “Ragazzi, capisco, probabilmente stai insultando che lo stiamo tenendo più morbido di una volta (e forse ora) con te. E può sembrare che lo amiamo di più. In effetti, i genitori si sentono sempre più intensi con i primi figli. E tu, povero, avete di più. Mi scusi. Mi seguirò e mi dici quando noti un atteggiamento disuguale nei tuoi confronti e ad esso. “.

In questo caso, è necessario pagare davvero la pronunciata

attenzione agli anziani. Qui non stiamo parlando del numero di ore di uomo, ma della qualità. Lascia che sia extra di almeno 15 minuti, ma in questo momento devi concentrarti completamente sulla comunicazione, giocare con loro, interrogare sulla loro vita e interessi.

Nikolay Berdyaev, Profeta della libertà

La Russia non era famosa per i forti filosofi, ma l’età dell’argento ci ha dato subito Lev Shestov e i semi di Frank e Sergey Bulgakov. Ma anche tra questi pensatori, Berdyaev ha resistito al suo splendore. Un dibattito insuperabile, esternamente era molto bravo – un aristocratico con i riccioli neri alle spalle.

In Occidente, si chiamava il precursore dell’esistenzialismo, ma Berdyaev ha parlato degli stessi esistenzialisti con abbandono: non sperimentano il problema dell’esistenza, ma ne parlano solo. Lui stesso dichiarò che non gli piaceva il pensiero logico: Berdyaev non ha ragionato e non filosofico nemmeno – profetizzò. Si è sempre sentito un prigioniero di realtà e ha cercato di uscire dalla sua prigionia. In gioventù

Certo, questo non significa che ora hai bisogno di abbandonare i Tadalafil senza ricetta piaceri precedenti. Inoltre, la sua capacità di accarezzare ti aiuterà a risolvere il seguente compito.

, gli sembrava che questa prigionia fosse sociale – e divenne un marxista. Quindi si rese conto che i legami che collegano una persona si nascondono più in profondità e si sono rivolti alla religione. Successivamente si rese conto che la religione non gli dà la gioia della liberazione e che la vera libertà può essere acquisita solo dalla tensione di tutte le forze creative. Pertanto, le sue profezie principali – sulla creatività e sulla libertà.

Poteva lavorare solo nel bel mezzo della vita – è stato scritto meglio nella Russia post -rivoluzionaria, dove poteva essere colpito e sotto bombe tedesche in Francia. Poco prima della sua morte, Berdyaev scrisse: “Non sono un insegnante di vita, non il padre della patria, non un pastore. Continuo a perceparmi a un giovane, quasi un ragazzo. Questa è la mia età eterna “. E questa è la sua lezione per noi, con giovani unghie che perdono l’idealismo e che cadono facilmente nelle Wags della vita quotidiana. Berdyaev ha imparato a rompere questi legami per tutta la vita, e oggi il suo esempio è importante per noi come sempre.

Le sue date

  • 19 marzo 1874: nato a Kiev in una famiglia aristocratica.
  • 1894: inviato al Kiev Cadet Corps, ma rifiuta una carriera militare ed entra nella facoltà naturale dell’Università di Kiev.
  • 1905-1906: insieme a.N. Bulgakov modifica la rivista “Domande sulla vita”, in cui la politica liberale e le ricerche religiose sono adiacenti.
  • 1907-1908: si insedia a Mosca, dove si avvicina ai filosofi ortodossi.
  • 1916: la pubblicazione del libro “Significato della creatività”, che il filosofo considerava una delle opere principali della sua vita.
  • 1918: crea un’accademia libera di cultura spirituale, dove tiene un corso di lezioni sulla filosofia della storia, partecipa al seminario su Dostoevsky.
  • 1920: professore eletto presso la facoltà storica e filologica dell’Università di Mosca.
  • 1922: in estate, il Cheka fu arrestato, mandato in Germania in autunno.
  • 1922-1924: vive a Berlino, dove inizia ad acquisire la gloria europea.
  • 1924: trasferirsi a Parigi.
  • 1947: diventa dottore in teologia dell’Università di Cambridge.
  • 23 marzo 1948: muore sul suo desktop nella sua casa in periferia di Parigi Clamara.

Cinque chiavi per la comprensione

La libertà è primaria

Berdyaev ha compreso la libertà in modo diverso rispetto alla maggior parte dei filosofi. Per lui, non è solo la libertà di scelta, ma qualcosa di molto di più. La chiamava “libertà inutile”, poiché precede tutto – anche a Dio. Grazie a questa libertà, Dio crea il mondo e l’uomo, cioè apre il cerchio della sua solitudine. Ma grazie a lei, non può controllare il creato da lui e questo apre la strada al male. Tuttavia, la libertà vive nelle profondità dell’uomo ed è il bene più alto, che una persona è abbastanza in grado di ottenere.

Paura attraverso la creatività

L’unico modo per la libertà è la creatività. Per Berdyaev, questo è un concetto molto ampio, ma abbastanza concreto. La creatività è un punto oltre i limiti del suo “io” verso Dio. Dio ha creato liberamente l’uomo in modo che si unisse altrettanto liberamente verso di lui. Dio è umanizzato a immagine di Cristo, in modo che una persona possa adorare. Ma gli stati estatici sono transitori: per un momento toccando l’eternità, una persona è condannata a tornare indietro durante il punto in cui sarà atteso. Il periodo di aumento è sostituito da un declino, ma non sarà sempre.

Sforza la trasformazione

Berdyaev credeva che lo stato attuale del mondo fosse ovviamente. La vera realtà sarà sostituita: il Regno della libertà, il cui sapore conosce in un atto creativo. Come accadrà esattamente: l’incomprensibile segreto. Berdyaev era vicino alla dottrina cristiana della seconda venuta, ma credeva che fosse distorto dal malinteso umano. L’inferno esiste – questo è un incontro di uomo con la sua stessa natura peccaminosa – ma non è eterno. Non finirà una corte terribile e un tormento eterno, ma la trasformazione spirituale e morale del mondo e dell’uomo.

La personalità è soprattutto

Berdyaev ha sottolineato l’unicità di ogni persona. Dostoevsky ha letto in gioventù lo ha influenzato notevolmente, e dopo lo scrittore ha contrastato il valore della personalità umana al regno dell’universale. Personalità al di sopra di qualsiasi interesse: religioso, ideologico, sociale, stato. Per Berdyaev, qualsiasi forma di coercizione era ugualmente inaccettabile: contrastava l’unione volontaria di personalità libere con la pressione della squadra. Tale comunità è il risultato della libertà umana e del luogo in cui può essere pienamente realizzato.

L’impercezione è in superamento

Berdyaev non ha chiuso affatto un occhio all’imperfezione della natura umana. Ha visto le sue manifestazioni sia in se stesso che in altri, con amarezza notare che la cosa peggiore con cui ha dovuto affrontare nella vita è incoerenza, tradimento, bugie. Ma sotto questo strato di “umano, troppo umano”, ha sempre preso la vera umanità ed era fiducioso nella sua massima origine. Ha affermato: uno sforzo morale che consente allo spirito di sconfiggere la natura ed è uno dei tipi più importanti e nobili di creatività.

Fantasie erotiche: cosa sognano le donne

Tutti sperimentiamo un desiderio: sia donne che uomini. Ma le nostre fantasie non sono sempre simili. C’è qualcosa in genere femmina in quest’area? Quali sono gli “oggetti” su cui le donne costruiscono le loro fantasie sessuali?

Cosa vuole una donna, una domanda retorica. Ma le sue fantasie erotiche espresse nelle conversazioni con un sessuologo sono abbastanza formulate. Parleremo del più comune.

Quindi, la donna sogna ..

Informazioni sull’uomo “a pezzi”

Nelle esibizioni erotiche di cui parlano le donne, un uomo è in un modo strano, o appare in alcune parti, ognuna delle quali è al centro della prossima scena erotica http://www.abokrat.com/stage/stage-infirmier-polyvalent/. Può essere una mano, uno sguardo, glutei, pene. E molto raramente – l’intero uomo intero.

sulla natura

Le donne spesso associano il loro desiderio alla natura, come se l’eccitazione corporeo richiedesse una maggiore incarnazione. Immaginano che in un minuto di piacere umano, tutta la natura – vento, alberi, cielo – sia coinvolto nell’emissione di energia. Da qui sorge l’idea del piacere cosmico, andando oltre la percezione umana.

Sul liquido

Come continuazione di fantasie sulla connessione con la natura, ci sono fantasie su una parte della sua – su liquido. Fiume, ruscello, pioggia, lacrime, secrezione del mondo. Anche il desiderio femminile è fluido e ha un’idea di un certo mondo che versa acqua.

Su ginecae

Guineecks – metà femmina nell’antica casa greca. In un senso più ampio, questo è un luogo in cui le donne possono parlare liberamente dei loro desideri, di ciò che il corpo vuole, della sessualità. Ci sono alcune donne in giro, unite dalla “grande assenza” del pene, sono impegnate con i loro corpi e le preparano per amore. La linea sottile separa queste fantasie dalla lesbica.

Informazioni sull’amore tre

Come conseguenza naturale dell’abbondanza, piacere che supera la mente umana, spesso devi sentire dalle donne che sognano relazioni sessuali con due uomini. Uno non è abbastanza per vedere il cielo nei diamanti.

Sull’esposizionismo

Sii un oggetto sessuale agli occhi di un altro e dominalo, costringendolo a guardare senza toccare. Dai contemplando se stesso, rimanendo l’amante del suo desiderio e controllando l’intero processo: la fantasia sull’esposizionismo, che è più facile da realizzare in striptease, eccitante un desiderio diretto e forte.

sugli animali

Gli animali spesso sorgono nelle fantasie sessuali delle donne. Non solo tori, cavalli, asini, ma anche uccelli, rane, lupi. Il ricordo delle fiabe dei bambini provoca un senso di paura e profondo ortografia prima di questo bestialismo.